Tar Campania, De Magistris torna sindaco di Napoli

Luigi De Magistris è di nuovo sindaco di Napoli: la prima sezione del Tar Campania, presieduta da Cesare Mastrocola, sollecitata ad esprimersi sul ricorso presentato dall’ex pm contro il provvedimento del prefetto di Napoli che lo aveva sospeso dalla carica di primo cittadino in ottemperanza alla legge Severino, ha rinviato gli atti ad altra giurisdizione.

Nel dettaglio, la giustizia amministrativa, su ricorso presentato da Luigi de Magistris, ha deciso di inviare gli atti alla Consulta per non manifesta infondatezza della questione di legittimità costituzionale degli articoli 10 e 11 del decreto legislativo 235 e ha sospeso l’efficacia del provvedimento fino alla Camera di Consiglio successiva alla decisione della Corte Costituzionale: la sospensione, per il sindaco di Napoli, era scattata in seguito alla condanna in primo grado relativa al caso “Why Not”.

Posso dire solo che abbiamo fatto una fatica enorme, considerata la complessità del quesito” ha dichiarato Mastrocola, che con i giudici Paolo Corciulo, relatore, e Carlo Dell’Olio, giudice a latere, ha emesso la sentenza. La decisione è stata presa dal collegio all’unanimità.

Torno con ancora più energia e passione, ad essere il sindaco, a tutti gli effetti, della mia amata Napoli” scrive De Magistris su facebook. E ancora, alle tredici, dichiara di fronte ai giornalisti presenti a Palazzo San Giacomo: “Sono emozionato, era un provvedimento molto atteso. Continuerò a fare il sindaco di strada perché dalla gente ho ricevuto affetto, amore e una solidarietà insperata dopo gli attacchi durissimi di chi voleva le mie dimissioni. Da oggi l’azione politica cambia e sarà molto più orientata sulla linea con la quale maturai il consenso nel 2011“.