Successo per la prima edizione del Nature Show

Nello scorso fine settimana, si è svolta con grande successo, dal 9 all’11 Maggio presso il centro fieristico “Fiere della Campania” di Ariano Irpino, la prima edizione di Nature Show, la nuova manifestazione dedicata alla caccia, alla pesca, ai camper, alla nautica e all’outdoor in generale. La rassegna, frutto della collaborazione tra Fiere e Congressi e la Varraso Eventi, con i suoi numeri da record (oltre 30mila visitatori) si è attestata fin da subito come la più grande del Mezzogiorno nel proprio settore, riuscendo a coinvolgere l’intero mondo della caccia con visitatori provenienti addirittura dal centro nord.

Un ricco programma di eventi inseriti nella splendida cornice naturale del territorio irpino ha reso possibile un piccolo miracolo per la zona dell’Ufita: si è registrato infatti il tutto esaurito presso le strutture ricettive dell’area, e ciò conferma il successo che la struttura fieristica arianese (la seconda più grande della Campania) sta egregiamente ricoprendo sin dalla sua inaugurazione.

La kermesse regionale è stata contrassegnata da due distinte aree: una interna, dove sono stati esposti gli stand delle aziende operanti nei settori della caccia e della pesca, dell’abbigliamento di genere, nonché del tempo libero; una esterna, di ben 12 ettari, che ha ospitato mostre, aree dedicate agli sport e alle attività all’aperto, spettacoli ed esibizioni.

Oltre alla ricca area espositiva, dove sono stati messi in evidenza alcuni dei più noti marchi del mondo dell’outdoor e degli sport all’aria aperta, è stato anche possibile assistere alle esibizioni di cani e cavalli e alle gare cinofile, provando anche l’emozione delle cavalcate. I migliori allevatori hanno messo in mostra le varie razze di cani da caccia spiegando agli interessati le loro particolarità e mettendo in mostra, in un rettangolo, le abilità di ciascuno. Anche i cavalli si sono resi protagonisti di esibizioni spettacolari.

La Festa del Cacciatore, inoltre, ha proposto musica country, braciate di carne e specialità culinarie varie. Tra tori meccanici e altri sani divertimenti, i visitatori hanno potuto godere di un ristoro indimenticabile. Bellissime anche le esibizioni di falconeria curate da AP Falconeria e quelle di pesca con rilascio ad opera degli istruttori FIPSAS. Gli appassionati si sono potuti anche cimentare nel tiro a volo, con ben sei linee di tiro diversificate.

Nel corso di questa interessante manifestazione, che ha mostrato ai visitatori le Eccellenze irpine in diversi settori, spazio pure agli alunni delle scuole di ogni ordine e grado che hanno avuto la possibilità di apprendere le tecniche di sopravvivenza e i segreti della natura attraverso percorsi didattici tenuti dagli istruttori di survival, speleologia ed archeologia sperimentale dell’associazione Woodcraft Gargano, tra i quali è spiccato quello intitolato “Impariamo dalla natura”, che ha messo in risalto, tra l’altro, l’importanza della tutela e della salvaguardia del territorio circostante. Inoltre, è stato possibile assistere alle fattorie didattiche di mungitura e produzione del formaggio, alle tecniche di produzione del miele e ad un un corso teorico-pratico di immersione organizzato da istruttori federali che ha rilasciato ai partecipanti l’attestato “battesimo del sub”.

Questa iniziativa ha confermato ancora una volta le notevoli potenzialità presenti nel territorio regionale, nella fattispecie in quello irpino, mettendo in evidenza nel migliore dei modi le Eccellenze presenti in questa fetta di Mezzogiorno.

di Gianluca Martone