Boscoreale, apre il centro antiviolenza “Ti Ascolto”

Si è tenuta stamani l’inaugurazione del centro di assistenza polivalente “Ti Ascolto” nei locali attigui alla Chiesa Madonna Liberatrice dai Flagelli in via Gesuiti a Boscoreale (località Settetermini): l’iniziativa, nata da un’idea dell’associazione eco-solidale culturale “La Fenice Vulcanica” e di don Tommaso Ferraro, è destinata in particolare alle donne vittime di maltrattamenti.

Presenti all’inaugurazione, oltre a rappresentanti delle forze dell’ordine ed esponenti politici, le dirigenti scolastiche degli Istituti Comprensivi 2° “Francesco Dati” e 3° “Castaldi Rodari” di Boscoreale, Pasqualina Del Sorbo e Teresa Mirone, che hanno garantito sostegno alle attività del centro.

L’idea di uno sportello per le donne è subentrata alla Fenice quando ha ricevuto, tramite lettera anonima, il grido disperato di una moglie ed è il naturale seguito dello spettacolo di beneficenza “Non dire No” tenutosi lo scorso anno al Teatro Minerva di Boscoreale: molto spesso le vittime di violenza hanno la sensazione di non poter contare sull’aiuto di nessuno e per questo è fondamentale un punto di riferimento, specie in un momento storico in cui le strutture pubbliche sono sprovviste di risorse e servizi idonei.

In Italia i dati riguardanti il femminicidio e le violenze sulle donne sono allarmanti: anche il mese di Febbraio sta marcando un drammatico bollettino. Luana, Marinella, Carla e Gloria si aggiungono a una lista che continua ad allungarsi. La comunità vesuviana, inoltre, è ancora scossa dalla brutale uccisione di Enza Avino, drammatico epilogo di una vicenda di stalking.

Il centro “Ti Ascolto” mette a disposizione di chi ne ha bisogno un qualificato aiuto: il dott. Mario Trere’, chirurgo oncologo; dott. Francesco Balzano, psicologo; dott.ssa Donatella Oliva, terapista della neuro e psicomotricità dell’età evolutiva; dott.ssa Raffaella De Filippo, sociologa e mediatrice familiare; l’avv. civilista Anna Collaro.

I servizi offerti dal centro sono: ascolto, accoglienza e orientamento per chi si trova in un momento di difficoltà familiare, personale e lavorativa; consulenza legale civile; consulenza psicologica; visite mediche gratuite di prevenzione delle malattie dell’inquinamento; consulenza psicomotoria attinente alle problematiche emozionali del bambino; organizzazione di convegni tematici e corsi; numero telefonico dedicato; creazione di una banca dati informatica.

Lo sportello di ascolto sarà aperto tutti i Giovedì dalle ore 10,00 alle ore 12,00 e dalle ore 16,00 alle ore 19,00. E’ possibile contattarlo anche all’indirizzo di posta [email protected] e al numero di telefono 3662822489.

di Francesco Servino

Questo slideshow richiede JavaScript.