Pasquale Marigliano tra i migliori pasticceri d’Italia

C’è una pasticceria vesuviana tra le prime sei d’Italia: nella nuova guida “Pasticceri & Pasticcerie” del Gambero Rosso, al sesto posto figura Pasquale Marigliano di Ottaviano. Al decimo e undicesimo posto altre due pasticcerie campane, le salernitane “L’Orchidea” di Montesano sulla Marcellana e la “Pasticceria Agricola Cilentana Pietro Macellaro” di Piaggine.

Un risultato che non può non riempire d’orgoglio la città di Ottaviano che può vantare un così bravo maestro nell’arte della pasticceria e che arricchisce l’intero comparto delle eccellenze vesuviane: la pasticceria di Pasquale Marigliano ha ottenuto ben 91 voti (tanti quanti la quarta e la quinta d’Italia). La valutazione è basata su perizia, tecnica e maestria nella rivisitazione della tradizione.

Davanti alla pasticceria di Marigliano, dal primo al quinto posto si piazzano: “Pasticceria Veneto” di Brescia, “Besuschio” di Abbiategrasso (MI), “Gino Fabbri Pasticcere” di Bologna, “Biasetto” di Padova, “Dalmasso” di Avigliana (TO). Premiati, in totale, tredici pasticcieri d’Italia con le “tre torte”, il massimo riconoscimento.

Famoso per i classici napoletani, sfogliatelle e casatiello in testa, con una nuova, viscerale passione per il cioccolato e le praline“, si legge nella motivazione data dal Gambero Rosso, tutto al di sopra delle aspettative. Marigliano eccelle un pò in tutto, famose sono le sue torte, i panettoni, i dolci curati nei minimi dettagli.

A Marigliano facciamo i nostri migliori auguri come redazione e ci riproponiamo quanto prima di andarlo ad intervistare perchè la sua è la storia interessante di una persona che ha studiato e con coraggio e determinazione è arrivato a tagliare un traguardo importantissimo.