Parte “Terra Mia”, tutti i lunedì su Italiamia

Far emergere le eccellenze campane, valorizzare il territorio vesuviano e dare spazio a tutte quelle realtà che operano silenti nel sociale“: sono questi i tre temi principali della nuova trasmissione “Terra Mia“, nata dalla sinergia tra la redazione de “Il Vesuviano” e  “Italiamia“.

A comunicarlo sono Genny Galantuomo Francesco Gravetti , rispettivamente ideatore e conduttore del programma televisivo che sarà trasmesso a partire dal 20 Aprile tutti i lunedì sera alle ore 21,00 sull’emittente “Italiamia“, visibile sul canale 274 del digitale terrestre.

Nei trenta minuti di programmazione settimanale – si legge nella nota redazionale – verranno ospitati personaggi e rappresentanti istituzionali, nonché esponenti del mondo della cultura, dello sport e dello spettacolo per affrontare temi e problematiche comuni ai paesi dell’area metropolitana a sud di Napoli. Grande risalto sarà dato al mondo dell’associazionismo e del sociale, con uno spazio dedicato che sarà curato dal Centro di Servizi per il Volontariato (CSV) di Napoli. Intendiamo promuovere il territorio vesuviano e tutte le opportunità che esso offre cercando di far emergere – oltre alle bellezze paesaggistiche e naturali – anche tutte quelle tradizioni che da sempre hanno caratterizzato questa terra indissolubilmente e storicamente legata a “movimenti” del Vesuvio“.

Qualche anticipazione sulla prima puntata che sarà incentrata sulle risorse del territorio di Terzigno: in studio il giornalista Francesco Servino, l’avvocato e storico meridionalista Angelo Bianco, l’imprenditore Antonio Ambrosio dell’azienda vitivinicola Villa Dora. Si parlerà di storia, cultura, ambiente, di prodotti di eccellenza come il Lacryma Christi del Vesuvio e di possibilità di sviluppo e di rilancio del territorio vesuviano.