Notte dei Musei a Napoli, tutti i siti aperti

Notte dei Musei a Napoli: un elenco aggiornato di tutti i siti accessibili al costo simbolico di un euro dalle 20,00 alle 24,00 di Sabato 16 Maggio 2015.

Certosa e Museo di San Martino

I visitatori potranno visitare la Sezione Navale della Certosa e Museo di San Martino per poter ricordare la storia della marineria borbonica e quella post-unitaria: il museo custodisce la lancia reale in legno (lunga oltre 20 metri) di Carlo di Borbone, quella di Re Umberto I e lo splendido caicco turco, dono del sultano Selim III a Re Ferdinando IV di Borbone. Dalle due grandi finestre nella Navale, che affacciano sui Giardini dei Certosini: dalla Terrazza Belvedere dei Monaci si avrà modo di ammirare l’emozionante veduta del golfo e della città di notte. La visita alla Sezione Navale è a cura dell’Ufficio Accoglienza e Valorizzazione del Museo.

Castel Sant’Elmo

Oltre al suggestivo panorama della città, si potranno ammirare le installazioni site specific create da artisti contemporanei sulla Piazza d’Armi, le opere del Museo Novecento e la cinquecentesca Chiesa di Sant’Erasmo con la lastra tombale del castellano Don Pedro de Toledo. Inoltre, alle ore 20,30 e alle ore 22,00, sarà possibile ammirare l’opera di Gian Maria Tosatti, “My dreams, they’ll never surrender“, vincitrice della III edizione del concorso “Un’opera per il Castello”. Appuntamento al Ponte Levatoio

Museo Nazionale della Ceramica “Duca di Martina”

Tre visite guidate di approfondimento, alle 20,30, 21,30 e 22,30, si svolgeranno al Museo Duca di Martina alla Floridiana per far conoscere la storia della collezione di Placido de Sangro, dal 1931 tra le maggiori di arti decorative in Italia. Il capolavoro a cui è dedicato l’incontro è il “Vaso Mei-Ping”, porcellana in stile bianco e blu realizzata in Cina nel XIV secolo, all’inizio dell’epoca Ming. Per info, 0815788418.

Museo “Diego Aragona Pignatelli Cortes”

Nel corso della serata si potrà visitare il Museo delle Carrozze e le nuove sale con la collezione dei finimenti. Il Museo presenta una raccolta di trentaquattro esemplari di carrozze e calessi di produzione francese, inglese e italiana raggruppati per tipologie. Alle carrozze si affiancano, nella nuova sezione, centinaia di finimenti in cuoio, morsi, fruste, bardature e oggetti di vario tipo destinati alla cura del cavallo, che vanno dagli apribocca ai pettini per criniera, ai bruciapeli, alle scarpe copri zoccolo.

Museo di Capodimonte

Dalle 20,00 alle 22,00, percorso narrato attraverso i capolavori della Collezione Farnese con interludio musicale del coro “I Vandalia”.

A Palazzo Zevallos Stigliano, dalle 20,00 alle 24,00, un’occasione in più per visitare la mostra “La Grande Guerra. Società, propaganda, consenso” e le ricche sale con l’ultimo capolavoro di Caravaggio, il “Martirio di Sant’Orsola” (ultimo ingresso alle 23,30). Alle 13,30 concerto gratuito con repertorio cameristico tedesco a cura del Conservatorio Cimarosa di Avellino.

Il Museo Madre resta aperto fino alle 21,30 con ingresso a un euro a partire dalle 19,30 per le collezioni permanenti e l’apprezzatissima “Daniel Buren, come un gioco da bambini”.

Alle 20,30 apre anche la Chiesa di San Severino e Sossio con aperitivo e snack finale a cura del Touring Club Italiano. E ci sarà “La Notte dei Paramenti” nel complesso di Santa Maria delle Anime del Purgatorio ad Arco con l’apertura degli armadi della Camera Sancta e altri preziosi reperti del vasto patrimonio liturgico (ingresso dalle 19,00 alle 23,00 al prezzo intero di 4€, ridotto 3€).

Al Pio Monte della Misericordia, in Via dei Tribunali 253, doppio evento a cura di NarteA: alle 19,00 e alle 20,30 “Captivi”, visita guidata teatralizzata (costo 15,00€, prenotazioni al 3397020849).

Fuori dal circuito delle visite il Palazzo Reale, probabilmente per il mancato accordo tra le parti (sindacati e soprintendenza). Aperto invece il Museo Archeologico Nazionale. Aperto anche il Parco di Piedigrotta per un’escursione serale al sepolcro di Giacomo Leopardi, recentemente restaurato, e all’antico colombario che, secondo la tradizione, ha accolto le spoglie di Virgilio.

Il Museo del Mare di Napoli (Nautico di Bagnoli) partecipa con tre eventi: alle 18,00 con un omaggio poetico-musicale alla città di Massimiliano Caputo e Gianni Festinese; alle 20,00 lo spettacolo “Il Viaggio di Artemisia” tratto dal romanzo di Banti, con Laura Ricci, regia di Giorgia Palombi e musica di Marina Giugliano: una performance dedicata alla grande pittrice caravaggesca che, avventurandosi da sola in viaggio per mare sulla nave olandese Jonathan che nel 1638 la condusse da Napoli a Dover fino al padre Orazio Gentileschi, apriva la strada ad una indipendenza femminile sostenuta con parole, opere e atti. Al termine dello spettacolo, dopo un momento gastronomico, l'”Osservazione della Volta Celeste”, con l’utilizzo dei telescopi del Museo.

Certosa di San Giacomo (Capri)

Nel corso della serata si svolgeranno visite di approfondimento al Museo Diefenbach, soffermandosi sul ruolo della musica espresso nel dipinto “Musica Mistica”: antiche melodie napoletane, eseguite da “Rosa Antiqua” con Riccardo Pecoraro (chitarra) ed Eleonora D’Aniello (canto), accompagneranno i visitatori.