L’IC “Castaldi” di Boscoreale al workshop sociale di Expo

Ieri, in tutta Italia, si è festeggiato il primo “giorno nazionale del dono” (#DonoDay2015): Il 9 Luglio 2015, infatti, si è concluso l’iter parlamentare che ha portato all’approvazione, a maggioranza schiacciante dei voti, del disegno di legge n. 1176 bipartisan, fortemente sostenuto dal presidente emerito Carlo Azeglio Ciampi, che celebra i 5 milioni di volontari che operano in tutta Italia, istituzionalizzando di fatto i valori della solidarietà e della sussidiarietà. La scelta della data non è casuale: il 4 Ottobre, già giorno della pace, della fraternità e del dialogo tra culture e religioni diverse, si festeggia San Francesco D’Assisi, il santo patrono d’Italia che ha speso una cospicua parte della propria esistenza a divulgare un messaggio d’amore dopo aver donato le proprie ricchezze e rinunciato all’accumulo di beni materiali. Promotore di questa iniziativa è l’Istituto Italiano Donazione (IID) che, patrocinato da ANCI, CNV, CSVnet, Cantieri del Bene Comune, Forum Nazionale del Terzo Settore, Fondazione Sodalitas, Comune e Città Metropolitana di Milano, ha allestito un duplice evento workshop al Padiglione Sociale dell’EXPO e uno in quello del media partner Corriere della Sera con ospiti prestigiosi (tra cui Roberto Vecchioni e Maria Grazia Cucinotta) al quale sono state invitate 40 scuole provenienti da tutto il territorio nazionale: tra queste, per la Campania, l’Istituto Comprensivo “Castaldi-Rodari” di Boscoreale che da sempre punta sui percorsi formativi concepiti dagli insegnanti, anche in collaborazione con il mondo delle professioni e della società civile, per offrire ai ragazzi un futuro migliore. Le 40 scuole hanno raccolto l’invito dell’IID e del MIUR a partecipare a un contest video per raccontare il valore del dono: prima dell’introduzione della giuria tecnica e di un cambio di regolamento in corso, il video della Castaldi-Rodari risultava di gran lunga quello con più visualizzazioni, un successo che ha spinto la preside Teresa Mirone e parte del corpo docenti a organizzare la trasferta a Milano. Il video della “II C” della scuola secondaria di I grado (visibile qui) è curato dall’insegnante Carmela Casinelli: girato alle Isole Tremiti e basato sulla poesia “Donare è più che dare”, intende dare risalto al valore del perdono, dell’aprirsi all’altro e del lasciarsi oltrepassare. Ma al Dono Day era presente anche un pezzo di Terzigno perché il regista del cortometraggio è il videomaker Gianluca Ciro Servino. Una soddisfazione, dunque, per l’IC Castaldi: si tratta di un altro importante merito, dopo il premio attribuito dalla Fondazione Amiotti, che ha dato visibilità nazionale a un presidio educativo in un territorio non sempre facile. Oltre alle scuole hanno aderito in maniera ufficiale all’iniziativa 144 comuni di tutta Italia: per la provincia di Napoli hanno dato l’approvazione Casamarciano, Pomigliano D’Arco e Quarto. L’auspicio è che possa davvero essere quella del 4 Ottobre una festa non solo simbolica ma in cui le iniziative volte alla trasparenza di tutte le azioni, all’accoglienza, all’integrazione e al dono nella sua declinazione più generica possano assumere un valore reale, considerato che lo stesso articolo di legge dà facoltà di organizzare cerimonie, iniziative, incontri, momenti comuni di riflessione e presentazioni affinchè la solidarietà riceva il conforto di adeguati approfondimenti culturali.

di Francesco Servino