Italive premia la festa dei Gigli di Nola

Alla città di Nola e alla millenaria Festa dei Gigli il premio ITALIVE 2014 per il miglior evento folkloristico: a consegnare il riconoscimento a comune e organizzazione, stamattina a Roma, il direttore generale per il Ministero del Turismo, Onofrio Cutaia, l’A.D. di Atlantia e Autostrade per l’Italia, Giovanni Castellucci, e il presidente di Coldiretti Giovani, Maria Letizia Gardoni.

Un premio speciale è stato inoltre assegnato alla Regione Campania per la migliore gamma di eventi organizzati per l’animazione e la valorizzazione del territorio.

Italive.it, realizzato dalla Markonet.srl e promosso dal Centro Studi Codacons-Comitas in partnership con Autostrade per l’Italia e Coldiretti, è un programma di promozione turistica e culturale dedicato ai cosiddetti territori minori che informa gli automobilisti degli eventi organizzati nei luoghi che attraversano, guidandoli anche alla scoperta delle eccellenze enogastronomiche.

Nel 2014 Italive.it ha raccolto oltre 517mila giudizi di valutazione dai suoi 2,3 milioni di utenti unici: quasi 12mila gli eventi segnalati, poco meno di 3500 quelli ammessi alla votazione dalla apposita commissione di esperti secondo criteri oggettivi di organizzazione, competenza, affidabilità, storicità, comunicazione, soggetti di originalità, attrattività e altro analogo.

Gli eventi più votati sono stati ulteriormente valutati da una seconda commissione di sei esperti che ha determinato i vincitori nelle diverse categorie e la Regione per la migliore gamma di eventi nell’ottica di “genius loci”, ovvero capacità di estrarre la sintesi dei valori identitari di un territorio e della sua gente (tradizione, cultura e talenti) riuscendo a portarli fuori dei suoi confini ed affermarli.

La processione dei Gigli rientra nella “Rete delle grandi macchine a spalla italiane“, associazione nata nel 2006 che include le feste religiose cattoliche della Macchina di Santa Rosa di Viterbo, la Varia di Palmi e la Faradda di li candareri di Sassari. Dal 2013 è Patrimonio Orale e Immateriale dell’Unesco.

La festa si ricollega all’accoglienza esultante dei cittadini nolani preparata per il Vescovo Paolino di ritorno dall’Africa, ricevuto con un tappeto di gigli e l’offerta di cerei ligneii (cilii, in dialetto).

> Vincitori del Premio ITALIVE 2014