Elezioni Comunali Terzigno 2015, risultati definitivi

SPECIALE ELEZIONI COMUNALI TERZIGNO 2015

Non è un vero e proprio boom a Terzigno ma poco ci manca, segno che la tornata elettorale era comunque sentita e con essa l’esigenza di dare una direzione diversa al paese. Rispetto alle passate elezioni si registra un -3,1% di affluenza: ha votato il 77,86% della popolazione a fronte dell’80,96% delle precedenti elezioni, ovvero 10354 elettori su 13294. In calo le affluenze in quasi tutti i comuni della provincia di Napoli: in media si è passati dal 77,86% di votanti alle scorse comunali al 70,62% di quelle attuali. Alle regionali si consolidano al primo, secondo e terzo posto il Partito Democratico, Forza Italia e il MoVimento 5 Stelle: in netto calo i forzisti, in forte ascesa i pentastellati. La concomitanza delle elezioni comunali con le regionali potrebbe risentire di questo fattore, anche se diversa e molto spesso controversa è la situazione nei singoli territori.

Le previsioni. I dati attinenti al voto alle regionali dei terzignesi sono i seguenti: il 17% degli elettori ha scelto Forza Italia, il 12,5% ha votato per il Partito Democratico. “Outsiders” il NCD con 1071 voti, pari al 10% dei votanti, e la lista Caldoro Presidente con l’8,2% dei votanti. Stefano Caldoro raccoglie 5124 voti (56,19%), Vincenzo De Luca 2646 voti (29,01%). Se i dati delle regionali rispecchiano le scelte dei terzignesi alle comunali, si profila una situazione di tale tipo: primi Francesco Ranieri (Liste Civiche) e Stefano Pagano (Forza Italia), terzo Vincenzo Aquino (PD). Molto staccati gli altri contendenti.

L’analisi pungente. Sembrerebbe l’elezione della svolta, quella destinata a mandare a casa i protagonisti da troppi anni della scena politica terzignese: Francesco Ranieri si gode la rivalsa contro chi, tre anni fa, lo ha allontanato dalla carica di vicesindaco. Un risultato non di poco conto considerato il distacco di ben 1333 punti (39,27% a fronte del 26,19%) da una possibile corazzata.

Di sicuro stupisce che Domenico Auricchio, candidato in Forza Italia, non goda più del sostegno plebiscitario di un tempo: se fino al 2010 era in grado di smuovere 5118 voti, il 61,64% dei consensi al ballottaggio, quest’anno la lista in cui è candidato non va oltre i 2049 voti, il 22,20%. Nel centrodestra terzignese potrebbero scrivere un manuale su come dilapidare un patrimonio del 21% di preferenze in 5 anni: è a questo che porta una politica vecchia, inadeguata e responsabile di troppi errori, per giunta avallata dallo slogan “continuità”. Un crollo così drammatico deve spingere un senatore della Repubblica Italiana, con sempre meno potere nel proprio paese, a interrogarsi sulle tante scelte politiche sbagliate e sulla miopia mostrata nella scelta di Stefano Pagano come suo successore, personaggio che si è rivelato debolissimo prendendo più voti di lista, 2871, il 31,11%, che personali (26,19%). Il centrodestra ha visto andare in fumo più del 5% dei consensi: gli elettori “forzisti” hanno esercitato il voto disgiunto, votando le liste ma non il sindaco designato.

Terzigno ha dato un segnale: fuori i vegliardi, dentro le figure giovani e propositive. E l’esigenza di tale cambiamento si è riversata su Francesco Ranieri, persona con la giusta freschezza e propositività che incanala nell’immaginario collettivo un taglio con le politiche del passato. Non è detta l’ultima parola, ovviamente, perchè sarà il ballottaggio a decretare il risultato definitivo. Ma a questo punto sussistono pochi dubbi: prevale la voglia di mandare a casa determinati personaggi che hanno caratterizzato il passato. Immaginare un dietrofront degli elettori è impensabile a questo punto.

Vincitore “morale” delle elezioni è sicuramente il candidato del Partito Democratico Vincenzo Aquino: in un paese in cui la sinistra ha sempre stentato a conseguire buoni risultati, pur con una sola lista, debole (987 voti), Aquino ottiene ben 1437 preferenze. Si è rivelato una gradita sorpresa con la sua preparazione e la capacità di tenere banco nei dibattiti, dove è emerso con le sue doti di oratore e trascinatore. Molto bene anche Serafino Ambrosio, che nonostante una campagna “low profile” ottiene ben 1222 preferenze (il 12,38% dei consensi) con due liste “giovani”.

Onore delle armi a Rosa Rosanna che si è giocata la partita con garbo e senza eccedere nei toni raggiungendo le 257 preferenze.

Situazione particolare quella del MoVimento 5 Stelle: Lina Panfilo è stata una bella sorpresa, una ragazza propositiva a cui vanno i migliori auspici. Ma su di lei ha pesato la situazione controversa del MoVimento 5 Stelle terzignese che ha spinto gli elettori a non attribuire la stessa fiducia delle regionali (3,57% a fronte del 13,28%) alla lista e ai personaggi che animano il “dietro le quinte” del grillismo locale. Pesa anche l'”ombra” di situazioni strane come le candidature inconsapevoli e non ha sortito l’effetto sperato una lista raffazzonata con elementi misconosciuti del mondo dell’attivismo. Serve un radicale rinnovamento. Difficilmente si attuerà.

di Francesco Servino

Risultati definitivi.

RANIERI FRANCESCO
3.921 39,72
LISTA CIVICA - FRANCESCO RANIERI SINDACO LISTA CIVICA – FRANCESCO RANIERI SINDACO 1.667 18,06
LISTA CIVICA - OLTRE IL VESUVIO LISTA CIVICA – OLTRE IL VESUVIO 736 7,97
LISTA CIVICA - TERZIGNO LISTA CIVICA – TERZIGNO 689 7,46
LISTA CIVICA - LA CAMPANA LISTA CIVICA – LA CAMPANA 565 6,12
LISTA CIVICA - IL TRALCIO LISTA CIVICA – IL TRALCIO 272 2,94
Totale 3.929 42,58
% calcolata sui voti validi ai candidati a sindaco 39,80
PAGANO STEFANO
2.585 26,19
FORZA ITALIA FORZA ITALIA 2.049 22,20
LISTA CIVICA - PAGANO SINDACO LISTA CIVICA – PAGANO SINDACO 507 5,49
LISTA CIVICA - FORZA SILVIO LISTA CIVICA – FORZA SILVIO 315 3,41
Totale 2.871 31,11
% calcolata sui voti validi ai candidati a sindaco 29,08
AQUINO VINCENZO
1.437 14,55
PARTITO DEMOCRATICO PARTITO DEMOCRATICO 987 10,69
% calcolata sui voti validi ai candidati a sindaco 10,00
AMBROSIO SERAFINO
1.222 12,38
LISTA CIVICA - TERZIGNO CASA COMUNE LISTA CIVICA – TERZIGNO CASA COMUNE 775 8,39
LISTA CIVICA - NOI GIOVANI LISTA CIVICA – NOI GIOVANI 149 1,61
Totale 924 10,01
% calcolata sui voti validi ai candidati a sindaco 9,36
PANFILO LINA
448 4,53
MOVIMENTO 5 STELLE BEPPEGRILLO.IT MOVIMENTO 5 STELLE BEPPEGRILLO.IT 330 3,57
% calcolata sui voti validi ai candidati a sindaco 3,34
ROSA ROSANNA
257 2,60
LISTA CIVICA - PATTO CIVICO PER TERZIGNO LISTA CIVICA – PATTO CIVICO PER TERZIGNO 186 2,01
% calcolata sui voti validi ai candidati a sindaco 1,88
Totale voti candidati sindaco 9.870
Totale voti liste 9.227
Schede bianche 113 1,09 %
Schede nulle 369 3,56 %
Schede contestate e non assegnate 2 0,01 %

  • CANDIDATO NON ELETTO AL PRIMO TURNO
  • LA PERCENTUALE DI COALIZIONE E’ CALCOLATA SUL TOTALE DELLE CIFRE ELETTORALI DI LISTA. AL TERMINE DELLE OPERAZIONI DI SCRUTINIO VERRA’ ESPOSTA ANCHE LA PERCENTUALE CALCOLATA SUL TOTALE DEI VOTI VALIDI AI CANDIDATI SINDACO, RILEVANTE AI FINI DELL’ATTRIBUZIONE DELL’EVENTUALE PREMIO DI MAGGIORANZA.

Hanno votato 10354 elettori su 13294 (dati ufficiosi).

I dati si riferiscono alle comunicazioni pervenute dai comuni, tramite le prefetture, e non rivestono, pertanto, carattere di ufficialità. La proclamazione ufficiale degli eletti è prerogativa degli uffici elettorali territorialmente competenti, retti da magistrati. La ripartizione dei seggi e l’individuazione degli eletti non tengono conto di eventuali “opzioni”, incompatibilità e surroghe.

Per inviarci comunicati e segnalazioni clicca qui.

Guarda gli esiti delle scorse elezioni comunali.

Fonte: Ministero dell’Interno.