Atelier di Arte Drammatica di Antonio Iavazzo

A Boscoreale un innovativo progetto d’alta formazione attoriale e artistica promosso dall’Accademia Upam di Ina Perna.

L’Atelier è ideato e condotto da Antonio Iavazzo che si avvarrà di una sua collaudata squadra di prestigiosi formatori e pedagoghi.

“L’ho definito Teatro dell’inquietudine senza alcun riferimento all’aspetto negativo che tale termine potrebbe far supporre”, dichiara il regista e attore, “ma solo per sottolineare la linea di una ricerca (e di una tensione) in alcuni casi necessariamente inquieta, asimmetrica e divergente, verso la Bellezza… E per omaggiare uno dei miei padri letterari, Fernando Pessoa e il suo Libro dell’Inquietudine” .

LEZION OPEN (GRATUITA E APERTA A TUTTI)

LUNEDI’ 14 DICEMBRE, DALLE ORE 18.00 ALLE ORE 21.00 – PRESSO L’ACCADEMIA UPAM, sita in VIA SETTEMBRINI – BOSCOREALE (NA). VENIRE IN ABBIGLIAMENTO COMODO.

DISCIPLINE E MATERIE DI STUDIO (programma triennale)

Tecniche di recitazione: Stanisvlaskji, Grotowski, Strasberg, e altre tecniche sperimentali. Sistemi riferimento e di indagine sull’arte attoriale (Stanislavskij, Grotowski, Brecht, Beckett, Barba, Brook, Artaud, etc.); Training psico-fisico e allenamento dell’attore; I centri di energia; la Biomeccanica teatrale; studio degli stati d’animo fondamentali; alfabetizzazione del simbolo e della metafora. Improvvisazioni corporee, vocali, musicali, ritmiche, attoriali; singole e di gruppo; libere e a tema.

Il corpo e la voce: scoperta e coordinamento dei sensi; relazioni e associazioni corporee con oggetti ed energie naturali ed artificiali; rapporto tra volontà e fisicità; la vocalità ed i risuonatori vocali; rapporto tra vocalità e respirazione; tecniche di esercizi fonetici e di dizione; il canto, la musica e loro qualità liberatorie; il corpo, il colore e l’espressione del sé.

Il movimento: tecniche di Mimo Corporeo (Decroux/Lecoq) ed Espressione Corporea; coordinamento; equilibrio; destrutturazioni corporee; movimento spontaneo e guidato; coreografie improvvisate e a tema; creatività e intelligenza corporea; ritmi interni e ritmi esterni; rapporto tra voce, corpo e ritmo; il rito e le simbologie corporee; danze etniche e popolari; Tai-Chi-Chuan; tecniche di respirazione, massaggio, rilassamento
.
Il gioco e la creatività: gioco di gruppo e a singoli; attività ludica come fonte di liberazione di energie positive ed aggreganti; le regole.

Lo spazio: lo spazio delle azioni e lo spazio scenico; elementi di prossemica; spazio interno e spazio esterno; destrutturazioni spazio-temporali; i “luoghi” del teatro.

Dinamiche di gruppo: definizione preliminare di persona: storie, vissuti, relazioni; definizione di ruolo, status, competenze; i gregari e i leaders; la comunicazione verbale e analogica; consapevolezza di sè e degli altri; disinvoltura espressiva, interazione sociale, fiducia, autoesplorazione, autoapprendimento; tecniche di psicodramma, di psicosintesi e di psicoanimazione; il gruppo e l’arte; i simboli e i riti del gruppo.

Drammaturgia e connessioni multidisciplinari: lo specifico teatrale; testo letterario e testo teatrale; dal testo alla scena; studio di vari drammaturghi; le nuove drammaturgie; ricerca sui linguaggi artistici e alfabetizzazione dei simboli umani; teatro e scienza (antropologia, psicologia, semantica, neurolinguistica, ecc.); tecniche di creatività; drammaturgia e scrittura creativa.

Per info, contatti e prenotazioni:

Accademia Upam – Via Settembrini, 22 (adiacente Villa di Bacco), 80041, Boscoreale (NA)

Cell. 3397270623; 0818585637

Sito Web: www.upamarte.it

Mail: [email protected]

> Pagina facebook ufficiale dell’evento